Cerca nel sito

Cerca per tags

Significato della Croce

 

CLICCA PER LEGGERE

Non voi avete scelto me, ma io ho scelto voi... 

Congregazione della Passione di Gesù CristoCLICCA PER LEGGERE

Frasi da ricordare

L’umiltà e la carità vanno di pari passo. L’una glorifica e l’altra santifica. L’umiltà e la purezza dei costumi sono ali che elevano fino a Dio e quasi divinizzano.
0.png8.png7.png0.png9.png8.png

Utenti online

1
Online
In classifica


Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“Ricevo 80 richieste al giorno, ecco come combatto il demonio”

Monsignor Andrea Gemma, il vescovo esorcista: “Ricevo fino a 80 richieste d'aiuto al giorno, ecco come combatto il demonio”. Oggi, 19 aprile 2017

Ha 84 anni monsignor Andrea Gemma e dal 1992 combatte ogni settimana contro il demonio. Il vescovo esorcista di Isernia e Venafro è rimasto da solo nella lotta a Satana da quando l'arcivescovo Emmanuel Milingo non c'è più e sottolinea, in un'intervista a LaVerità, che la Chiesa oggi ha bisogno di esorcisti. Monsignor Andrea Gemma vive al centro di riabilitazione don Orione a Roma ed è l'ultimo esorcista rimasto a lottare contro il demonio. "Ricevo tra le 50 e le 80 richieste di aiuto al giorno - spiega monsignor Gemma -. Mi cercano anche online". Le persone in cerca di aiuto contro Satana lo contattano da tutta Italia e Monsignor Gemma sottolinea che proprio per questo "ci vorrebbe un esorcista per ogni diocesi". A molti il vescovo esorcista dà assistenza per telefono perché "non è sempre necessaria la vicinanza fisica" mentre a "coloro che hanno realmente bisogno consiglio di venire da me una volta alla settimana per ricevere la benedizione". L'ispirazione per diventare esorcista è venuta a monsignor Andrea Gemma durante una Messa di Giovanni Paolo II: "Mentre parlava del maligno mi domandai perché non potessi rendermi utile", racconta il vescovo. Poi chiese l'autorizzazione a esercitare il ministero.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

All’inizio si fa il segno della Croce. 

Recitare il Credo, il Pater, l’Ave e il Gloria. 

Al posto del Pater si recita: 
Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Tuttavia non sia fatta la mia, ma la tua volontà” 

Ad ogni decina 
Al posto dell’Ave Maria si recita: 
Padre, sia fatta la tua Volontà” 

Alla fine dell’ultima decina 

Tre volte: “Gloria alla santa e divina volontà, ora e sempre nei secoli dei secoli. Amen” 

Litanie

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

il filmato "stupisce" gli scienziati

William Friedkin ha filmato un vero esorcismo e ha mostrato agli scienziati di vedere cosa pensano per il nuovo documentario uscito questa settimana.

 

Quarantacinque anni dopo aver filmato L'esorcista, il regista di uno dei film più terrificanti ha sparato a un vero esorcismo.

Quando William Friedkin ha sparato a The Exorcist nel 1973 non aveva mai visto un esorcismo, anche se al tempo credeva nel potere del rito che è stato progettato per sfrattare demoni o altri spiriti maligni da una persona "posseduta". 

Ora, a quarant'anni di distanza, gli è stata concessa la rara possibilità di filmare un vero esorcismo eseguito da padre Gabriele Amorth, che regolarmente li esegue.

Il direttore di The Exorcist è stato invitato a vedere il prete italiano al lavoro.

Il risultato è il documentario The Devil e Father Amorth, presentato al Festival del cinema di Venezia e uscito il 20 aprile.

Mostra padre Amorth e una donna in battaglia dopo un'introduzione spiega che 500.000 persone all'anno sono esorcizzate in Italia.

Padre Amorth spruzza acqua santa e inizia a recitare versi, in italiano e in latino. Improvvisamente, la donna inizia a tremare e ruggire.

Il "demone" grida "Io sono Satana" e invita il sacerdote ad andarsene. Continua la sua preghiera, determinata.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

 .- Il sacerdote italiano Sante Babolin ha detto che Satana è dietro attacchi in varie parti del mondo contro la Vergine Maria, notando che lei è un potente sostenitore per lui durante gli esorcismi.

"Nella mia esperienza - finora ho eseguito 2.300 riti di esorcismo - posso dire che l'invocazione della Santissima Vergine Maria spesso provoca reazioni significative nella persona che viene esorcizzata", ha detto al settimanale messicano Desde la Fe.

Fr. Babolin, che insegnò anche all'Università Gregoriana di Roma, disse che "di fronte al fallimento dell'assalto dei non credenti, ora, per offendere e confondere il popolo cattolico, la Vergine Maria, che odia il diavolo, è essere attaccato. "

Desde la Fe ha ricordato gli eventi del 2017 della drag queen spagnola Borja Casillas, mascherata dalla Vergine Maria e derisa in uno spettacolo, così come una donna vestita da vergine Maria e simulata un aborto durante una protesta in Argentina.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Mentre prima era comune liberare una persona in una sessione, anche se la benedizione durava parecchie ore, ora le sessioni medie crescono più a lungo e sono necessari più incontri per liberare completamente una persona dalla stretta del diavolo.

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Nacque in Abruzzo il 25 maggio 1550. Prima di convertirsi e diventare un gigante della carità, visse anni inquieti. Fu soldato di ventura. E dedito al gioco. Poi, la conversione. Fondò l'Ordine dei chierici regolari ministri degli infermi, noti con un nome indissolubilmente legato al suo: i Camilliani. Morì il 14 luglio 1614.

 

san camillo de lellisDa una vita randagia e dissoluta alla santità. Dal peccato alla grazia. Dall'egoismo alla carità. Camillo de Lellis, il santo che si festeggia oggi, è un esempio di cosa può Dio quando gli consentiamo di irrompere nelle nostre esistenze: non importa il punto di partenza, spesso intriso di fango.  Nato a Bucchianico, nei pressi di Chieti, il 25 maggio 1550, da un ufficiale di nobile famiglia al servizio dell'imperatore Carlo V, e da una madre già avanti nell'età (era sessantenne quando lo diede alla luce) Camillo fu un fanciullo vivace e irrequieto. Imparò a leggere e a scrivere, cosa non di poco conto all'epoca, ma quando, a tredici anni, gli morì la mamma, non disdegnò i tumulti di una vita vagabonda. 

Nel 1568 Camillo si arruolò, al seguito del papà, militare di carriera, nell'esercito della repubblica di Venezia in lotta contro i turchi, ma ben presto rimase orfano anche di padre. 

Valutazione attuale: 2 / 5

Stella attivaStella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dal libro: Padre Pio nella sua interiorità

È fuori dubbio che se Padre Pio viveva con le stigmate, conviveva pure con la corona del rosario. Ambedue questi elementi misteriosi e indissolubili sono manifestazioni del suo mondo interiore. Concretizzano sia il suo stato di concrocifisso con Cristo, sia il suo stato di «uno» con Maria.

Padre Pio non predicava, non teneva conferenze, non faceva scuola in cattedra, ma quando si arrivava a San Giovanni Rotondo si era colpiti da un fatto: si vedevano uomini e donne, che potevano essere professori, medici, insegnanti, impresari, operai, tutti senza umano rispetto, con la corona in mano, non solo in chiesa, ma spesso pure per la strada, in piazza, di giorno e di notte, in attesa della messa del mattino. Tutti sapevano che il rosario era la preghiera di Padre Pio. Solo per questo potremmo definirlo il grande apostolo del rosario. Egli ha fatto di San Giovanni Rotondo «la cittadella del rosario».

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

C’è un aneddoto che si legge a volte nei libri che parlano di S. Pio da Pietrelcina e che si riferisce alla corona come arma, ed è il seguente, che riporto così come lo ricordo.
Una sera P. Pio rivolgendosi al confratello che lo aiutava a mettersi a letto gli disse: “Guagliò, prima di andare, pigliami l’arma”, meravigliato il confratello, che non sapeva a cosa si riferisse, glielo fece presente: “Quale arma le devo prendere?”, “quella che sta nella tasca dell’abito” rispose P. Pio. Il frate, anche se titubante, dato che forse pensava anche ad uno scherzo, pose la mano nella tasca dell’abito e disse “P. Pio, ma qui non c’è nessun’arma”. Il Padre insisteva: “Vedi bene che ci dev’essere”. Il frate per non contraddirlo rimise la mano nella tasca e poi disse: “Padre qui c’è solo la corona del Rosario, non c’è nessuna arma”, e P. Pio rispose “E ché, non è un’arma quella?”. Il frate finalmente capì a cosa si riferisse il padre e restò senz’altro edificato e sereno.
Dalla frase di P. Pio e dall’episodio narrato si comprende bene che la corona del santo rosario era usata da San Pio come arma. E sapendo che la usava continuamente durante il giorno e la notte si capisce che era sempre armato. Ora se volessimo capire cos’è un’arma troviamo nel dizionario italiano questa definizione: “tutto ciò che serve all’uomo quale strumento di offesa o di difesa”.

Tags:

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Informativa sui cookies 

 
Ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs 30 giugno 2003 n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) ed in ottemperanza alle prescrizioni del Provvedimento 229/2014 del Garante per la Protezione dei Dati Personali, informa in maniera trasparente circa l'impiego dei c.d. cookies nel presente sito www.liberidalmale.it. Di seguito procederemo ad una spiegazione di che cosa sono i cookies, delle categorie in cui sono suddivisi, di come vengono impiegati, delle modalità con cui può venire prestato il consenso e verranno fornite altre informazioni, tra cui i link a risorse esterne al fine di rispettare e tutelare la riservatezza dei visitatori e degli utenti.
 
Che cosa sono i cookies
I cookies sono piccoli file di testo che un sito invia al terminale connesso (es. il tuo device o il tuo browser), dove vengono memorizzati, per poi essere ritrasmessi al sito ed impiegati nella visita successiva. Il contenuto dei cookies viene impostato dal sito stesso e può essere elaborato lato Client e lato Server. I cookies possono essere impiegati ad esempio per favorire la fruizione delle informazioni presentate dal sito stesso, ottimizzare l'esperienza di navigazione, fornire informazioni sulle performance e sull'uso del sito (statistiche) e per molte altre finalità; taluni siti impiegano i cookies per la profilazione diretta dell'utente (es. salvataggio di informazioni sull'utente al fine di elaborazioni successive per scopi di retargeting, remarketing, profilazione ecc). Questo sito non emette cookies di prima parte con scopi di profilazione. Un sito può fungere anche da intermediario per cookies di terze parti, per poter utilizzare i servizi offerti dalle terze parti stesse, ad es. i pulsanti per i social.
In base all'impiego che ne viene fatto, i cookies vengono suddivisi in varie categorie.
cookies tecnici sono cookies necessari per la regolare fruizione delle informazioni del sito stesso, per agevolare l'utente nella navigazione del sito o per renderla più veloce, per effettuare l'autenticazione (Login) ove previsto o per salvare informazioni sull'operatività dell'utente (es i carrelli degli acquisti). Possono essere cookies di sessione (la cui validità cessa al termine della sessione di navigazione) oppure cookies persistenti (durano oltra la sessione di navigazione per ottimizzare l'esperienza di navigazione alle successive visite). Senza di essi il sito, o alcune parti del sito, potrebbero non funzionare o funzionare lentamente o in modo poco agevole per l'utente.
Una particolare tipologia di cookies, detti cookies analitici possono essere utilizzati per raccogliere informazioni (in modo aggregato) sull'utilizzo del sito, ed esempio al fine di produrre statistiche, report di analisi, migliorare le performance, semplificare le funzioni, monitorare il funzionamento del sito.
Come anticipato, i cookies di profilazione possono raccogliere invece informazioni specifiche sulle abitudini, movimenti e modi di navigazione dell'utente, sugli interessi, ed altro. Il fine è quello della profilazione dell'utente per, ad esempio, proporre alla successiva pagina o visita nel sito messaggi pubblicitari pilotati dalle informazioni raccolte. Questi cookies, in taluni casi, possono essere impiegati per lo stesso scopo anche da altri siti (proponendo nel sito visitato, informazioni raccolte durante la navigazione in siti precedentemente visitati). E' possibile che una pagina web contenga elementi (video, banner, social plugins, javascript) di parti terze, che possono essere visibili (es. video di Youtube) o non visibili graficamente (es. script per le statistiche) ma che impiegano cookies, detti cookies di terze parti, che possono avere scopi di profilazione. I cookies scaricati sul PC dell'utente, possono essere dunque letti anche da soggetti terzi ed in momenti successivi (ad es. navigando in un altro sito che impiega gli stessi elementi).
L'impiego di un qualsivoglia tipo di cookies prevede la presente informativa estesa, raggiungibile da qualunque pagina del sito. Inoltre, alcuni tipi di cookies non richiedono il consenso per essere scaricati ed utilizzati (es. cookies tecnici, di sessione) altri invece lo richiedono. Il consenso, ove previsto, viene chiesto all'utente al momento del primo accesso al sito (informativa breve), che contiene anche un link alla presente informativa estesa.
I cookies possono essere impiegati su PC ma anche su altri devices, come smarthpone e tablet. I browser ed i software per la navigazione permettono di bloccare il salvataggio di tali cookies, come indicato in seguito.

Cookies impiegati da questo Sito
liberidalmale.it, fa uso (in tutte o alcune delle pagine) delle seguenti tipologie di cookies:
- cookies tecnici di sessione; permettono di distinguere tra loro gli utenti connessi, utili per fornire ad ogni utente le funzionalità richieste senza ambiguità. Non contengono dati personali ed hanno validità che alla chiusura del browser o alla scadenza della sessione.

cookies analitici di terze parti; usati per la raccolta di dati statistici per monitorare il funzionamento del Sito; si impiega Google Analytics, strumento di analisi di Google che attraverso l'uso di cookies, raccoglie dati di navigazione anonimi allo scopo di esaminare l'uso del Sito da parte degli utenti, produrre report sulle attività nel Sito e fornire altre informazioni, ad esempio il numero dei visitatori e le pagine visitate, le modalità di utilizzo del Sito da parte degli utenti e le modalità con cui gli utenti sono arrivati sul Sito. Le informazioni ricavabili attraverso i cookies (compresi gli indirizzi IP) verranno trasmesse a Google e depositate presso i server della società stessa (Google Inc.). I dati vengono forniti da liberidalmale.it, in forma aggregata e mai collegati all'identità degli utenti, attraverso report e altri servizi informatici. Google non trasferisce queste informazioni a terzi a meno che non sia imposto dalla legge o nel caso in cui si tratti di soggetti che gestiscono questi dati per conto di Google. I dati raccolti da Google Analytics sono anonimizzati, ovvero l'indirizzo IP del terminale connesso viene mascherato (l'ultimo otteto viene posto a zero), pertanto i corrispondenti cookies sono tecnici. In ogni caso, Google dichiara nelle sue informative che non assocerà gli indirizzi IP a nessun altro dato posseduto.
Per consultare l'informativa sulla privacy della società Google, relativa al servizio Google Analytics, puoi visitare il link informativa privacy Google Analytics e Norme sulla privacy di Google.
Per avere maggiori informazioni sull'utilizzo dei cookies di Google Analytics puoi visitare il link: cookies di Google Analytics.
Per abilitare/disabilitare in modo selettivo l'azione di Google Analytics è possibile installare sul proprio browser l'apposito componente fornito da Google (opt out).

cookies tecnici:
Altri cookies di terze parti che possono essere usati nel Sito sono quelli relativi a servizi di terzi che il Sito incorpora, come video e/o plugin e/o bottoni per i social network, al fine di consentire una facile condivisione dei contenuti sui social network utilizzati dall'utente. Tali plugin potrebbero creare cookies e/o leggere cookies precedentemente creati (dalla terza parte stessa) già presenti sul terminale dell'utente. Tali cookie potrebbero avere fini di profilazione e raccolta di preferenza. La raccolta e l'uso delle informazioni da parte di tali terzi sono regolati dalle rispettive informative sulla privacy alle quali si prega di fare riferimento, seguendo i link qui di seguito riportati.
  • Facebook (pulsanti e social plugins/widgets): privacy e cookies
  • Twitter (pulsanti e social plugins/widgets): privacy e cookies
  • Google+ (pulsanti e social plugins/widgets): privacy e cookies
  • Youtube (servizio di Google Inc. per l'incorporazione di video della piattaforma Youtube): privacy e cookies
  • Google Maps (servizio di Google Inc. che permette l'incorporazione di mappe/cartine di Google Maps e servizi correlati): privacy e cookies
Questi cookies possono essere utilizzati in relazione alla presenza dei rispettivi servizi forniti dalla terze parti (es. social plugins, social buttons, video incorporati, ecc) che possono essere impiegati nel Sito (o in alcune pagine del Sito, o in alcune pagine e limitatamente a certi periodi in cui l'informazione fornita risulta valida).

Accettazione dei cookies e diritti dell'utente
Al momento del primo accesso dell'utente al Sito, viene proposta l'informativa breve sottoforma di banner in evidenza rispetto al resto del sito (il banner mostra il link alla presente informativa). Accettando l'informativa e conferendo il consenso all'uso dei cookies (che avviene cliccando sul tasto di accettazione, chiudendo il banner, cliccando sugli altri della pagina al di fuori del banner o effettuando lo scroll della pagina o proseguendo la navigazione) tale scelta viene salvata un cookie tecnico.
Ti informiamo che, ai sensi dell’art. 7 del Codice Privacy, ti spettano determinati diritti, tra i quali quello di opporti al trattamento e/o modificare i tuoi dati. A tal fine, pertanto, potrai modificare la tua scelta in qualsiasi momento accedendo nuovamente alla presente informativa e seguendo le istruzioni per bloccare o cancellare i cookies sul tuo browser. In particolare, cancellando il cookie tecnico, eliminerai la tua scelta precedentemente fatta in merito alla presente informativa.

Disabilitazione dei cookies
I cookies sono legati al software che permette di navigare e visitare le pagine dei siti (browser o altro software). E' possibile disabilitare l'utilizzo dei cookies nel browser stesso. In tal modo i cookies non vengono scaricati quando si naviga con un browser con i cookies disabilitati.
Di seguito riportiamo i link alle istruzioni per disabilitare i cookies per i browser più diffusi.
I link forniti portano a pagine gestite direttamente dai produttori dei software stessi e non sono presenti su questo Sito. Nel caso queste pagine risultino momentaneamente non fruibili, non disponibili o vengano spostate di indirizzo dai rispettivi produttori, si prega di consultare il proprio fornitore o le istruzioni o il manuale del software.



 
 
Liberi Dal Male Design by GBARCHETTA