La via crucis

Promesse fatte da Gesù a un religioso degli Scolopi per tutti quelli che praticano assiduamente la :
 
1. Darò ogni cosa che Mi viene richiesta con fede, durante la
2. Prometto la vita eterna a tutti coloro che pregano, di tanto in tanto, la con pietà. 
3. Li seguirò ovunque in vita e li aiuterò specialmente nell’ora della loro morte.
4. Anche se essi hanno più peccati dei granelli di sabbia del mare, tutti saranno salvati dalla pratica della .
5. Quelli che pregano la frequentemente, avranno speciale gloria in cielo.
6. Li libererò dal purgatorio al primo martedì o sabato dopo la loro morte
7. Lì benedirò ad ogni e la Mia benedizione li seguirà ovunque sulla terra, e dopo la loro morte, anche in cielo per l’eternità.
8. Nell’ora della morte non permetterò al demonio di tentarli,lascerò ad essi ogni facoltà, affinché essi possano riposare tranquillamente nelle Mie braccia.
9. Se essi pregano la con vero amore, trasformerò ognuno di essi in ciborio vivente nel quale Io Mi compiacerò di far sgorgare la Mia grazia.
10.  Fisserò il Mio sguardo su quelli che pregheranno spesso la , le Mie mani saranno sempre aperte per proteggerli.
11.  Dato che io sono crocifisso alla croce sarò sempre con coloro che Mi onoreranno, pregando la frequentemente.
12.  Essi non potranno mai più separarsi da Me, poiché Io darò loro la grazia di non commettere mai più peccati mortali.
13.  Nell’ora della morte Io li consolerò con la mia Presenza e Noi andremo assieme al Cielo. La morte sarà dolce per tutti coloro che mi hanno onorato, durante la loro vita, pregando la .
14.   Il mio spirito sarà un drappo protettivo per essi ed Io li soccorrerò sempre ogni qualvolta ricorreranno ad esso.
 
 
si inizia con:
Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.
 
 
PRIMA STAZIONE
Gesù è condannato a morte.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
“Pilato lo diede nelle loro mani perché fosse crocifisso; presero dunque Gesù e lo condussero via” 
(Gv 19,16). 
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
SECONDA STAZIONE
Gesù è caricato della croce.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
“Ed egli, portando su di sé la croce, uscì verso il luogo detto Cranio, in ebraico Golgota” (Gv 19,17).
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
TERZA STAZIONE
Gesù cade per la prima volta.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
“Guardai attorno e nessuno che mi aiutasse;  attesi ansioso e nessuno che mi sostenesse” (Is 63,5).
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
QUARTA STAZIONE
Gesù incontra sua Madre.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
“Gesù vide la Madre lì presente” (Gv 19,26).
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
QUINTA STAZIONE
Gesù è aiutato dal cireneo.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
“Or mentre lo conducevano al patibolo, presero un certo Simone di Cirene e gli posero addosso la Croce” (Lc 23,26). 
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
SESTA STAZIONE
La Veronica asciuga il Volto di Cristo
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
 “In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno dei più piccoli, l’avete fatta a me” (Mt 25,40).
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
SETTIMA STAZIONE
Gesù cade per la seconda volta.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
“Consegnò la sua vita alla morte, e fu annoverato tra i malfattori” (Is 52,12).
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
OTTAVA STAZIONE
Gesù parla alle donne piangenti.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
“Figlie di Gerusalemme, non piangete per me, ma piangete per voi stesse e per i vostri figli”
  (Lc 23,28).
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
NONA STAZIONE
Gesù cade per la terza volta.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo:
perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
 “Quasi esanime a terra mi ha ridotto; già mi vanno accerchiando i cani in frotta” (Sal 22,17).
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
DECIMA STAZIONE
Gesù viene spogliato delle vesti.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
 “Divisero le sue vesti, tirarono a sorte la sua veste per sapere a chi di loro dovesse toccare” 
(Mt 15,24).
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
UNDICESIMA STAZIONE
Gesù viene crocifisso.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
“Fu crocifisso insieme ai malfattori, uno alla sua destra e uno alla sua sinistra” (Lc 23,33).
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
DODICESIMA STAZIONE
Gesù muore sulla Croce.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
 “Quando Gesù ebbe preso l’aceto esclamò: Tutto è compiuto! Poi, chinato il capo, rese lo spirito” (Gv 19,30).
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
TREDICESIMA STAZIONE
Gesù viene deposto dalla Croce.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
“E Giuseppe d’Arimatea prese il corpo di Gesù e lo avvolse in un candido lenzuolo” (Mt 27,59).
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
 
 
QUATTORDICESIMA STAZIONE
Gesù viene deposto nel sepolcro.
 
Ti adoriamo, Cristo, e ti benediciamo: perchè con la Tua Santa Croce hai redento il mondo.
 
“Giuseppe lo mise in un sepolcro scavato nella pietra, dove nessuno ancora era stato messo” 
(Lc 23,53).
 
Padre nostro….
 
Santa Madre, deh! Voi fate che le piaghe del Signore siano impresse nel mio cuore.
 
Preghiamo:
 
Sopra il popolo che ha commemorato la morte di Cristo tuo Figlio, nella speranza di risorgere con lui, scenda, Signore, l’abbondanza dei tuoi doni: venga il perdono e la consolazione, si accresca la fede e l’intima certezza della redenzione eterna. Per Cristo nostro Signore. Amen.
 

Preghiamo per le intenzioni del Papa: Pater, Ave, Gloria.
 

La pratica della e Don Bosco:
 
(dalle Memorie Bibliografiche III, p.320)
 
Ad impedire questo malessere religioso e morale, che minacciava i giovani dell’Oratorio, era d’uopo che l’industriosa carità e lo zelo di D. Bosco trovassero dei mezzi efficaci. Nè questi si fecero molto aspettare. Egli incominciò colla preghiera. In quest’anno (1848) introdusse la santa pratica dell’esercizio della , la quale s’incominciò col giorno 10 del mese di marzo e si ripetè negli altri venerdì fino al termine della quaresima. Volle che vi assistessero tutti i giovani della Comunità colla maggior divozione possibile; a questi si univano molti giovani esterni ed altre persone dei vicinato che per comodità nei giorni feriali venivano ad ascoltare la santa Messa e a confessarsi. D. Bosco stesso vi prendeva parte principale, compreso da tali sensi di compassione al pensiero dei patimenti sofferti dal Divin Salvatore per la nostra salute, che il suo contegno valeva come predica efficacissima.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto
Translate »
Facebook