1. Home
  2. /
  3. Contenuti
  4. /
  5. Articoli
  6. /
  7. Rimozione del Tabernacolo
Articoli

Rimozione del Tabernacolo

image_pdfimage_print

la Chiesa ubbidisce agli ordini della Massoneria

 C’è un inquietante documento che circola. Non è da oggi che è stato reso pubblico e  molti –moltissimi- lo han letto ma bisogna dire che non gli è stata data la attenzione che esso meriterebbe. Trattasi di un piano, un preciso piano, elaborato dalla massoneria, per distruggere la Chiesa Cattolica. Esso, naturalmente segretissimo, venne alla luce dopo che un sacerdote francese, avendo abiurato da quella infernale setta, decise di renderlo pubblico.

Egli stesso lo seguiva quando faceva parte della loggia ed è certissimo che ancora oggi esso viene seguito in tutti i suoi punti dagli ecclesiastici (preti ma anche vescovi e cardinali) che, tradendo Gesù Cristo e la Sua Chiesa, ubbidiscono alle direttive della fecale massoneria.

Basta dare una occhiata, anche veloce!, per rendersi conto di come effettivamente tali direttive, contenute nel piano, sono state eseguite: è sufficiente entrare nelle chiese –quelle moderne ma non solo- per verificare gli effetti. Non si tratta di dettagli: sono cose sostanziali che feriscono in modo sacrilego la retta Dottrina.

Noi ora riportiamo, integralmente, codesto piano. Con una vivissima preghiera: leggetelo. Per favore leggetelo! Ci renderemo conto di come la massoneria oramai comandi anche all’interno della Chiesa Cattolica.

Vorrei solo sottolineare uno dei punti: il sesto (riguardante l’abolizione della genuflessione e finanche dell’inginocchiarsi durante la Santa Messa: a tale scopo in moltissime chiese i banchi vengono volutamente privati di inginocchiatoi) e l’undicesimo. Questo, l’11°, lo voglio riportare per intero ora: “Interrompete la pratica di celebrare la Santa Messa alla presenza del Santissimo Sacramento nel Tabernacolo. Non ammettete alcun Tabernacolo sugli Altari che vengono usati per la celebrazione della Santa Messa. La tavola deve avere l’aspetto di una tavola da cucina. Dev’essere trasportabile per esprimere che essa non è affatto sacra ma deve servire a un duplice scopo come, per esempio, da tavola per conferenze o per giocarvi a carte. Più tardi collocate almeno una sedia a tale tavola. Il Sacerdote deve prendervi posto per indicare che dopo la Comunione egli riposa come dopo un pasto. Il Sacerdote non deve mai stare in ginocchio durante la Messa né fare genuflessioni. Ai pasti, infatti, non ci si inginocchia mai. La sedia del Sacerdote deve essere collocata al posto del Tabernacolo. Incoraggiate la gente a venerare e anche ad adorare il Sacerdote invece che l’Eucarestia, ad obbedire a lui invece che all’Eucarestia. Dite alla gente che il Sacerdote è Cristo, il loro capo. Collocate il Tabernacolo in un locale diverso, fuori vista.”

Amici e fratelli in Cristo: si tratta di una cosa molto grave. E non sono io a dirlo ma esistono precise indicazioni del Magistero in tal senso. Indicazioni che, inutile dirlo, sono disattese. Oggi si entra in moltissime chiese ed il Tabernacolo non c’è:  il padrone di casa, Gesù vivo e vero, presente nel Santissimo Sacramento, è nascosto. Relegato in cappelle secondarie viene quasi totalmente ignorato e/o dimenticato. Ciò è grave. Molto grave. Ed è ancor più grave se si pensa che ciò viene fatto in ossequio agli ordini della diabolica setta. La Vergine ha detto che “satana è sciolto dalle catene” ed in effetti la sua azione è palese: nella Chiesa come nel mondo. Si pensi anche e soprattutto alle delicate questioni (famiglia, vita –aborto, eutanasia, procreazione artificiale, utero in affitto-, educazione, matrimonio, omosessualità) sulle quali gli stati legiferano in modo anticristiano e la Chiesa stessa, purtroppo, tace.

 Leggi l’articolo originale

Please follow and like us:
Pin Share

Articoli correlati

Translate »