Magnificat

image_pdfimage_print

Dal Vangelo secondo Luca (Lc 1,39-56)
In quei giorni, Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccarìa, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi, il bambino ha sussultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento di ciò che il Signore le ha detto».
Allora Maria disse:
«L’anima mia magnifica il Signore
e il mio spirito esulta in , mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva.
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente
e Santo è il suo nome;
di generazione in generazione la sua misericordia
per quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio,
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni,
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo,
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva detto ai nostri padri,
per Abramo e la sua discendenza, per sempre».
Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua.

Magnificat

Magníficat 
ánima mea Dóminum,
et exsultávit spíritus meus 
in Deo salvatóre meo,
quia respéxit humilitátem ancíllæ suæ. 
Ecce enim ex hoc beátam me dicent
omnes generatiónes,
quia fecit mihi magna, qui potens est, 
et sanctum nomen eius,
et misericórdia eius in progénies et progénies 
timéntibus eum.
Fecit poténtiam in bráchio suo, 
dispérsit supérbos mente cordis sui;
depósuit poténtes de sede 
et exaltávit húmiles;
esuriéntes implévit bonis 
et dívites dimísit inánes.
Suscépit Israel púerum suum, 
recordátus misericórdiæ,
sicut locútus est ad patres nostros, 
Abraham et sémini eius in sæcula.
Glória Patri, et Fílio 
et Spirítui Sancto.
Sicut erat in princípio, et nunc et semper, 
et in sǽcula sæculórum.
Amen.

Magnificat 

L’anima mia magnifica il Signore 
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,
perché ha guardato l’umiltà della sua serva. 
D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata.
Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente 
e Santo é il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia 
si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio, 
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;
ha rovesciato i potenti dai troni, 
ha innalzato gli umili;
ha ricolmato di beni gli affamati, 
ha rimandato i ricchi a mani vuote.
Ha soccorso Israele, suo servo, 
ricordandosi della sua misericordia,
come aveva promesso ai nostri padri, 
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.
Gloria al Padre e al Figlio 
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre 
nei secoli dei secoli.
Amen.

Please follow and like us:
Pin Share
Translate »