• Articoli

    NON APRITE LE PORTE AL MALIGNO

    «Un esorcista è un prete a 360 gradi, in costante e particolare comunione con il suo Vescovo e a totale servizio del popolo di Dio e della Chiesa». Esordisce così don Matteo de meo, 54 anni, sacerdote della Diocesi di San Severo (Foggia) parlando del suo ministero di esorcista, che ha ricevuto nel luglio del 2014 dal suo Vescovo, Mons. Angelo Lucio Renna, nel luglio del 2014. Un delicato ed esigente servizio al popolo di Dio, accettato per “cordiale obbedienza” – come dice lui – al pastore della sua diocesi di San Severo, in provincia di Foggia, ma anche aiutato dalle sue competenze teologiche – don Matteo ha un dottorato…

  • Articoli

    SAN PAOLO APOSTOLO

    1Tessalonicesi5,1-8 Riguardo poi ai tempi e ai momenti, fratelli, non avete bisogno che ve ne scriva; infatti sapete bene che il giorno del signore verrà come un ladro di notte. E quando la gente dirà: “C'è pace e sicurezza!”, allora d'improvviso la rovina li colpirà, come le doglie una donna incinta; e non potranno sfuggire. Ma voi, fratelli, non siete nelle tenebre, cosicché quel giorno possa sorprendervi come un ladro. Infatti siete tutti figli della luce e figli del giorno; noi non apparteniamo alla notte, né alle tenebre. Non dormiamo dunque come gli altri, ma vigiliamo e siamo sobri. Quelli che dormono, infatti, dormono di notte; e quelli che si ubriacano, di notte si ubriacano. Noi invece,…

  • Articoli

    L’esorcismo è un ministero di gioia, luce e pace

    L'esorcismo non è una pratica oscura avvolta nelle tenebre, ma un ministero pieno di luce, pace e gioia, secondo una nuova guida per gli esorcisti cattolici. “Attuato in situazioni di reale possessione diabolica e secondo le norme stabilite dalla Chiesa – ispirata da fede genuina e dalla necessaria prudenza – [l'esorcismo] manifesta il suo carattere salvifico, positivo, caratterizzato da un'esperienza viva di purezza, luce e pace ,” FR. francesco bamonte ha scritto nell'introduzione del libro. “La ‘nota dominante', potremmo dire, è costituita dalla gioia, frutto dello spirito Santo, promesso da Gesù a quanti accolgono con fiducia la sua Parola”, ha proseguito. Bamonte è il presidente dell'Associazione Internazionale degli Esorcisti (AIE),…

  • 01 Nicolino
    Articoli

    Venerabile Nicola d’Onofrio

    Villamagna, Chieti, 24 marzo 1943 – Roma, 12 giugno 1964 Vede la luce in tempo di guerra, a Villamagna, provincia di Chieti, il 24 marzo 1943. A sette anni avverte la vocazione al sacerdozio: vuole farsi prete camilliano, ma i suoi si oppongono. Dopo un lungo braccio di ferro, nell'autunno del '55 può entrare nello studentato camilliano di Roma. Il 7 ottobre 1961 fa la prima professione, con i tre voti comuni a tutte le Congregazioni religiose – di povertà, castità e obbedienza – , a cui i Camilliani ne aggiungono un quarto, di servizio agli ammalati e sofferenti, “etiam pestis incesserit”, oggi tradotto in “sempre, anche con rischio della…

  • camilla
    Articoli

    Camilla Battista da Varano

    Religiosa, mistica e umanista italiana   Camerino, 9 aprile 1458 – Camerino, 31 maggio 1524 Figlia illegittima di Giulio Cesare Da Varano signore di Camerino, Camilla nacque il 9 aprile 1458 e crebbe a corte sotto lo sguardo di Giovanna Malatesti sposa del “magnifico signore”.  Molte notizie della sua vita le ha descritte lei stessa in una lunga lettera autobiografica (conosciuta come Vita spirituale) diretta al francescano Domenico da Leonessa che indirettamente aveva fatto iniziare il suo cammino interiore quando, predicando a Camerino il venerdì santo del 1466 o 1468 e descrivendo la passione di Gesù, colpì la fantasia della bambina che poco tempo dopo fece voto di piangere almeno…

  • Articoli

    LE BEATITUDINI

    Dal vangelo secondo Matteo (5, 1-12) 1 Vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. 2 Si mise a parlare e insegnava loro dicendo: 3 Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. 4 Beati quelli che sono nel pianto,perché saranno consolati. 5 Beati i miti, perché avranno in eredità la terra. 6 Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. 7 Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.

  • Articoli

    Spirito del Signore

    (preghiera di liberazione)spirito del signore, Spirito di dio, Padre, Figlio e Spirito Santo,santissima trinità, Vergine immacolata, angeli, arcangeli e santi del paradiso, scendete su di me. Fondimi, Signore, plasmami, riempimi di te, usami.  Caccia via da me tutte le forze del male, annientale, distruggile, perché io possa stare bene e operare il bene.  Caccia via da me i malefici, le stregonerie, la magia nera,le messe nere, le fatture, le legature, le maledizioni, il malocchio; l'infestazione diabolica, la possessione diabolica, l'ossessione diabolica; tutto ciò che è male, peccato, invidia, gelosia, perfidia; la malattia fisica, psichica, spirituale, diabolica.  Brucia tutti questi mali nell'inferno, perché non abbiano mai piùa toccare me e nessun'altra creatura al mondo.  Ordino…

  • Articoli

    Maria Luigia del Santissimo Sacramento

    Oggi la beatificazione di Maria Luigia del Santissimo sacramento A Napoli Maria Luigia Pascale del Santissimo Sacramento, al secolo Maria Velotti, oggi è diventata beata: l'umile e riservata fondatrice delle Suore Francescane Adoratrici della santa Croce. In rappresentanza del Papa, l'arcivescovo di Napoli, cardinale Crescenzio Sepe che nell'omelia ha ripercorso i tratti principali di questa figura consegnando alle consorelle l'incarico di farla conoscere al mondo Umile e nascosta in vita così come nella morte: questa era Maria Luigia Pascale del Santissimo Sacramento, una figura che ancora oggi pochi conoscono, ma che sempre da pochi viene superata per grandezza e splendore, e infatti finalmente può essere venerata nella sua Napoli e dalla…

  • Articoli

    CHRISTIFIDELES LAICI

    ESORTAZIONE APOSTOLICA POST-SINODALE CHRISTIFIDELES LAICI DI SUA SANTITA' Giovanni PAOLO II SU VOCAZIONE E MISSIONE DEI LAICI NELLA chiesa E NEL MONDO Ai Vescovi Ai sacerdoti e ai diaconi Ai religiosi e alle religiose A tutti i fedeli laici INTRODUZIONE 1. I FEDELI LAICI (Christifideles laici), la cui « vocazione e missione nella Chiesa e nel mondo a vent'anni dal Concilio vaticano II » è stato l'argomento del Sinodo dei Vescovi del 1987, appartengono a quel Popolo di dio che è raffigurato dagli operai della vigna, dei quali parla il vangelo di Matteo: « Il regno dei cieli è simile a un padrone di casa che uscì all'alba per prendere a giornata…

  • Articoli

    Ricordati

    ricordati, o piissima vergine maria, che non si è mai inteso al mondo che qualcuno sia ricorso alla tua protezione,  abbia implorato il tuo aiuto, chiesto il tuo patrocinio  e sia stato da te abbandonato. Animato da tale confidenza, a te ricorro, o Madre, Vergine delle vergini, a te vengo, e, peccatore come sono,  mi prostro ai tuoi piedi a domandare pietà. Non volere, o Madre del divin Verbo, disprezzare le mie preghiere,  ma benigna ascoltale ed esaudiscile. Amen. (San Bernardo di Chiaravalle)